Skip to main content
Ruinart Rosé Packshot Ruinart Rosé Etiquette Seconde peau Ruinart Rosé Table
Ruinart Rosé Packshot
Ruinart Rosé Etiquette
Seconde peau
Ruinart Rosé Table

RUINART ROSÉ

Una freschezza decisa

  • Pinot Noir
  • Chardonnay

Questo sorprendente assemblaggio dai quaranta ai cinquanta cru, combina la freschezza dello Chardonnay con le note fruttate del Pinot Noir, generando un Rosé versatile e strutturato, caratterizzato da note di frutti esotici e da una delicata esperienza gustativa in bocca.
Un’espressione originale del gusto Ruinart.

Lo sapevi?
Nel 1764 Maison Ruinart consegnò le sue prime bottiglie di Champagne Rosé, conosciuto con il nome di “œil de perdrix” o “occhio di pernice” per via del suo colore: un delicato rosa con sfumature ramate.

Mostra più Mostra meno
Pinot noir vignes
Pinot noir vignes

COMPOSIZIONE

Questo assemblaggio dai quaranta ai cinquanta cru, combina la freschezza dello Chardonnay con le note fruttate del Pinot Noir, generando un Rosé versatile e strutturato, caratterizzato da note di frutti esotici e da una delicata esperienza gustativa in bocca.

  • 45% Chardonnay
  • 43% Pinot Noir vinificato in bianco
  • 12% Pinot Noir
Ruinart Rosé VINIFICAZIONE
Ruinart Rosé VINIFICAZIONE

VINIFICAZIONE

  • Vendemmia manuale
  • Fermentazione alcolica in tini di acciaio inox termoregolati
  • Fermentazione malolattica completa
  • Assemblaggio da 30 a 40 cru
  • Dal 20 al 30% di vini di riserva
  • Dai 2 ai 3 anni di invecchiamento
  • Dosaggio: 8 g/l
  • Contiene solfiti
  • Alcol in volume - 12,5% Vol.
TASTING NOTES
TASTING NOTES

NOTE DI DEGUSTAZIONE

Colore:
I riflessi color corallo e palissandro creano le delicate sfumature di questo Champagne Rosé.

 

Naso:

  • Al primo naso emergono intensi aromi di frutti esotici: melograno, litchi e guava, supportati dalle essenze floreali della rosa damascena e dei frutti rossi appena raccolti.
  • Al secondo naso rivela calde spezie come la fava tonka e la noce moscata, seguite da intensi aromi di frutti esotici come il melograno, il litchi e la guava, supportati dalle essenze floreali della rosa damascena e dei frutti rossi appena raccolti.

 

Palato:
La semplicità e la complessità di questa Cuvée si incontrano al palato, dove la freschezza si combina con una struttura raffinata e una rotondità delicata. Le eleganti note finali sono di menta piperita e pompelmo rosa.

Ruinart Rosé ABBINAMENTI DI VINO E CIBO
Ruinart Rosé ABBINAMENTI DI VINO E CIBO

ABBINAMENTI DI VINO E CIBO

Gli abbinamenti culinari raccomandati dal nostro Chef de Caves:

  • cibi crudi dalla texture croccante e leggermente acidi
  • marinature a base di aceto balsamico, con note speziate e floreali
  • tenere verdure confit
  • carne cucinata a bassa temperatura
  • frutta fresca bagnata da sciroppo a base di spezie

 

D’altro canto, sarebbe meglio evitare:

  • sapidità (ostriche di mare, caviale, taramosalata rosa)
  • cibi eccessivamente salati (acciughe, capperi o tapenade)
  • sapori affumicati (anguille, eglefino o salmone)
  • note molto amare (cioccolato ad alto contenuto di cacao o caramello)
  • sapori eccessivamente intensi (formaggi stagionati)
Ruinart Rosé SERVIRE LO CHAMPAGNE IN MODO PERFETTO
Ruinart Rosé SERVIRE LO CHAMPAGNE IN MODO PERFETTO

SERVIRE LO CHAMPAGNE IN MODO PERFETTO

Conservazione e invecchiamento:
Tenere le bottiglie al buio, a una temperatura compresa tra 10 e 12 °C, e a un livello di umidità compreso tra il 60 e il 70%.

 

Bicchiere:
Come servire lo Champagne Ruinart? Scegliere un bicchiere a tulipano con un’apertura sufficientemente larga da permettere alla complessità aromatica di esprimersi; oppure scegliere un bicchiere da vino bianco.

 

Servire lo Champagne in modo perfetto:

  • Servire a una temperatura compresa tra 8 e 10 °C
  • Riporre la bottiglia nel frigorifero almeno 4 ore prima di assaggiare (non far congelare) o in un secchiello per il ghiaccio per almeno 20 minuti con 2/3 di acqua e 1/3 di ghiaccio.

COMPOSIZIONE

Pinot noir vignes
Pinot noir vignes

COMPOSIZIONE

Questo assemblaggio dai quaranta ai cinquanta cru, combina la freschezza dello Chardonnay con le note fruttate del Pinot Noir, generando un Rosé versatile e strutturato, caratterizzato da note di frutti esotici e da una delicata esperienza gustativa in bocca.

  • 45% Chardonnay
  • 43% Pinot Noir vinificato in bianco
  • 12% Pinot Noir

VINIFICAZIONE

Ruinart Rosé VINIFICAZIONE
Ruinart Rosé VINIFICAZIONE

VINIFICAZIONE

  • Vendemmia manuale
  • Fermentazione alcolica in tini di acciaio inox termoregolati
  • Fermentazione malolattica completa
  • Assemblaggio da 30 a 40 cru
  • Dal 20 al 30% di vini di riserva
  • Dai 2 ai 3 anni di invecchiamento
  • Dosaggio: 8 g/l
  • Contiene solfiti
  • Alcol in volume - 12,5% Vol.

NOTE DI DEGUSTAZIONE

TASTING NOTES
TASTING NOTES

NOTE DI DEGUSTAZIONE

Colore:
I riflessi color corallo e palissandro creano le delicate sfumature di questo Champagne Rosé.

 

Naso:

  • Al primo naso emergono intensi aromi di frutti esotici: melograno, litchi e guava, supportati dalle essenze floreali della rosa damascena e dei frutti rossi appena raccolti.
  • Al secondo naso rivela calde spezie come la fava tonka e la noce moscata, seguite da intensi aromi di frutti esotici come il melograno, il litchi e la guava, supportati dalle essenze floreali della rosa damascena e dei frutti rossi appena raccolti.

 

Palato:
La semplicità e la complessità di questa Cuvée si incontrano al palato, dove la freschezza si combina con una struttura raffinata e una rotondità delicata. Le eleganti note finali sono di menta piperita e pompelmo rosa.

ABBINAMENTI DI VINO E CIBO

Ruinart Rosé ABBINAMENTI DI VINO E CIBO
Ruinart Rosé ABBINAMENTI DI VINO E CIBO

ABBINAMENTI DI VINO E CIBO

Gli abbinamenti culinari raccomandati dal nostro Chef de Caves:

  • cibi crudi dalla texture croccante e leggermente acidi
  • marinature a base di aceto balsamico, con note speziate e floreali
  • tenere verdure confit
  • carne cucinata a bassa temperatura
  • frutta fresca bagnata da sciroppo a base di spezie

 

D’altro canto, sarebbe meglio evitare:

  • sapidità (ostriche di mare, caviale, taramosalata rosa)
  • cibi eccessivamente salati (acciughe, capperi o tapenade)
  • sapori affumicati (anguille, eglefino o salmone)
  • note molto amare (cioccolato ad alto contenuto di cacao o caramello)
  • sapori eccessivamente intensi (formaggi stagionati)

SERVIRE LO CHAMPAGNE IN MODO PERFETTO

Ruinart Rosé SERVIRE LO CHAMPAGNE IN MODO PERFETTO
Ruinart Rosé SERVIRE LO CHAMPAGNE IN MODO PERFETTO

SERVIRE LO CHAMPAGNE IN MODO PERFETTO

Conservazione e invecchiamento:
Tenere le bottiglie al buio, a una temperatura compresa tra 10 e 12 °C, e a un livello di umidità compreso tra il 60 e il 70%.

 

Bicchiere:
Come servire lo Champagne Ruinart? Scegliere un bicchiere a tulipano con un’apertura sufficientemente larga da permettere alla complessità aromatica di esprimersi; oppure scegliere un bicchiere da vino bianco.

 

Servire lo Champagne in modo perfetto:

  • Servire a una temperatura compresa tra 8 e 10 °C
  • Riporre la bottiglia nel frigorifero almeno 4 ore prima di assaggiare (non far congelare) o in un secchiello per il ghiaccio per almeno 20 minuti con 2/3 di acqua e 1/3 di ghiaccio.

"Ruinart Rosé è versatile, abbinabile con piatti di cucina gourmet e perfetto da degustare durante l’intero pasto: dall’antipasto al dessert."

Frédéric Panaïotis, Chef de Caves di Ruinart

Rosé
00 : 01 : 54
Ruinart Rosé x TORTA DI CAROTE

RUINART ROSÉ X TORTA DI CAROTE

PER 8 PERSONE

275 g di carote
250 g di farina
140 g di zucchero di canna integrale (rapadura)
2 cucchiaini di cannella in polvere
2 cucchiaini di zenzero in polvere
11 g di lievito in polvere
200 g di burro
50 g di noci pecan tritate
4 uova
200 g di formaggio spalmabile (es. Philadelphia)
2 cucchiaini di zucchero a velo
2 cucchiai di succo d’arancia
1 arancia

LA CONFEZIONE “SECOND SKIN”

LA CONFEZIONE “SECOND SKIN”

Questa confezione dal design sostenibile e realizzata al 99% di carta risulta 9 volte più leggera del modello precedente ed è prodotta senza l’impiego di trasporti aerei: in questo modo, il suo impatto in termini di carbonio è stato ridotto del 60%.

L’involucro preserva l’integrità del gusto Ruinart fino alla degustazione, introducendo anche una nuova serie di gesti. Adatta alla conservazione in frigorifero, la confezione sopporta l’umidità della cantina e di un secchiello per il ghiaccio.

Maison Ruinart, che si appresta a entrare nel suo quarto secolo di vita, fa un ulteriore passo avanti nell’impegno per la salvaguardia della terra e per la promozione di uno sviluppo sostenibile.