Skip to main content
Champagne Dom Ruinart Blanc de Blancs 2009

Dom Ruinart

Blanc de Blancs 2009

Cuvée rara, Dom Ruinart Blanc de Blancs 2009 è l’espressione dei Grand Cru Chardonnay più prestigiosi ed esclusivi e riflette le caratteristiche del 2009, un’annata eccezionale per lo chardonnay.

2009, UN’ESTATE SECCA

L’uva raccolta nell’estate del 2009 ha raggiunto una splendida maturità. Nonostante l’estrema siccità estiva, il clima si è mantenuto temperato e l’uva è maturata in condizioni ideali, senza particolari disagi. Ciò ha permesso al millesimato di preservare note di intensa freschezza.

Interamente composto da Grand Cru Chardonnay, l’82% dalla Côte des Blancs (Cramant, Avize, Chouilly e Le Mesnil-sur-Oger) e il 18% dal versante settentrionale della Montagne de Reims (Sillery), il vino maturerà per 9 anni nelle profondità delle storiche “Crayères” scavate nel gesso della Maison Ruinart, dichiarate patrimonio dell’umanità dall’UNESCO.

Le scelte di Frédéric Panaïotis, Chef de Caves della Maison, per elaborare un millesimato, la vinificazione millimetrica e l’eccezionale tempo di invecchiamento rendono Dom Ruinart uno champagne straordinario, caratterizzato da freschezza, complessità e potenza, sapientemente dosate con precisione ed eleganza.

DEGUSTAZIONE

Nell’aroma come nella texture, Dom Ruinart Blanc de Blancs 2009, è un vino corposo e vivace.

All’occhio, si presenta con un intenso colore dorato dai riflessi color verde mandorla. Un sentore fruttato al naso evoca note di limone, albicocca e pesca noce. Note di fiori bianchi, fragrante pasta di mandorle e Calisson d’Aix evocano la maturità del millesimato.

L’insieme si esprime nel palato con un piacevole equilibrio, gustoso e vivace, ma con un finale lungo e delicato. È l’effetto della combinazione di acidità vellutata, della freschezza della frutta a nocciolo e di una sorprendente sapidità.

Si raccomanda di degustare Dom Ruinart Blanc de Blancs 2009 a una temperatura di 10-12 gradi. Potenzialmente può invecchiare fino a 20 anni, a seconda delle condizioni di conservazione.

00 : 02 : 26
L’intervista a Frédéric Panaïotis, Chef de Caves della Maison
image

La storia di una cuvée iconica L’espressione sublimata del gusto Ruinart

Omaggio a Dom Thierry Ruinart, la mente visionaria che ha fondato la Maison, Dom Ruinart Blanc de Blancs è una creazione ispirata agli eccezionali millesimati di Chardonnay. Il primo Dom Ruinart Blanc de Blancs è stato creato nel 1959. Pochi anni dopo, con il millesimato 1966, è stata creata una cuvée rosé. Come per i bianchi, lo chardonnay è la parola chiave per i Dom Ruinart Rosé. Dopo la Seconda Guerra Mondiale, le cantine della Maison erano vuote, poiché erano state requisite durante l’occupazione. Solo nel 2017, lo Chef de Caves Frédéric Panaïotis ha trovato la presunta ultima bottiglia di questo primo millesimato. La bottiglia è conservata gelosamente nell’enoteca dello Chef de Caves, nel cuore delle “Crayères” scavate nel gesso a Reims.

image

La ricetta di Valérie Radou Risotto di farro al sedano rapa e tartufo nero

Ingredienti (6 persone)
Preparazione 45 minuti, cottura 60 minuti

1 sedano rapa
2 gambi di sedano
240 g di farro
Brodo vegetale
10 cl di vino bianco
1 tartufo nero
6 cucchiai di Parmigiano grattugiato
1 cucchiaio di panna acida
Olio di oliva
Sale, pepe e fior di sale

Potrebbero interessarti

La modalità Landscape non è disponibile.

Ritorna in modalità Portrait.

Cookie Settings