Skip to main content
DA SAPERE COME CONSERVARE LO CHAMPAGNE

EVOLUZIONE DELLO CHAMPAGNE NELLA BOTTIGLIA

Lo Champagne si evolve nel tempo. Le condizioni di conservazione hanno un impatto diretto sulla qualità del vino e sul suo sviluppo. Inoltre, anche gli assemblaggi (millesimato o non millesimato), così come la forma della bottiglia, influiscono sulla trasformazione dello Champagne nel tempo.
 
  
Come regola generale, raccomandiamo di degustare le bottiglie non millesimate:
- tra 12 e 18 mesi dall'acquisto, per le bottiglie sotto i 75 cl
- fino a 24 mesi dopo, per le bottiglie da 75 cl
- fino a 36 mesi dopo, per le bottiglie di 150 cl e oltre
 
La conservazione in cantina degli Champagne millesimati dura più a lungo. Possono essere aperti tra 7 e 10 anni dopo l'acquisto, o anche in seguito.
 
Conservare lo Champagne più a lungo delle tempistiche consigliate non comporta vantaggi. Tutte le bottiglie di Champagne che vendiamo sono state sottoposte ad invecchiamento nelle nostre cantine e possono essere aperte appena acquistate.
 
Conservare le bottiglie più a lungo può comportare alterazioni più marcate del gusto, una colorazione più scura e una minore effervescenza.

CONSERVARE LE BOTTIGLIE PRIMA DELL’APERTURA

Idealmente, le bottiglie andrebbero conservate in posizione orizzontale, in un luogo fresco, al riparo da correnti d'aria, rumori e vibrazioni. Per conservarle al meglio, è necessario tenere conto dei seguenti criteri: 
 
- Conservare la bottiglia di Champagne in un luogo in cui il livello di umidità sia superiore al 70%, in modo da preservare le proprietà del sughero (flessibilità, densità). Un'umidità molto bassa e temperature elevate possono far seccare il sughero e provocare così una rapida trasformazione del vino.
 
- Non esporre le bottiglie di Champagne alla luce, ma conservarle al buio. La luce può danneggiare il vino; lo Champagne è particolarmente sensibile ai raggi luminosi. Le bottiglie di vetro trasparente devono essere protette in modo particolare per evitare che la luce alteri il gusto dello Champagne (fenomeno noto come “gusto di luce”)
 
- Evitare brusche alterazioni termiche conservando la bottiglia di Champagne ad una temperatura fresca e costante compresa tra i 7 e i 18°C. Le temperature elevate accelerano il processo di invecchiamento e danneggiano la qualità del vino. Le basse temperature rallentano lo sviluppo del vino e gli impediscono di acquisire una maggiore complessità.
 
- Evitare gli urti. Le bottiglie vanno maneggiate con cura. La pressione all'interno di una bottiglia (6-8 bar) è equivalente a 3 volte la pressione di un pneumatico d'auto.

CONSERVARE LO CHAMPAGNE DOPO LA DEGUSTAZIONE

Una volta aperta, la bottiglia deve essere conservata in frigorifero e necessita di particolari attenzioni. 
 
Si raccomanda di utilizzare un tappo ermetico appositamente concepito per le bottiglie di Champagne. Permette di conservare tutta la qualità dello Champagne fino a 48 ore dall'apertura della bottiglia e impedisce la fuoriuscita delle bollicine. Una bottiglia non chiusa adeguatamente conserva le sue bollicine per meno di 24 ore.

ULTERIORI SPUNTI