Skip to main content
RUINART E L’ARTE

RUINART E L’ARTE

Ruinart vanta un rapporto duraturo con il mondo dell’arte. Fondata nel secolo dell’Illuminismo, epoca di scambi intellettuali, filosofici e artistici, la Maison contribuisce ancora oggi a definire e promuovere la preziosa art de vivre alla francese.

LA PRIMA PUBBLICITÀ RUINART Il poster di Alphonse Mucha

Ruinart vanta uno speciale rapporto con il mondo dell’arte. Forte dell’audacia e dell’innovazione che la caratterizzano, nel 1896 la Maison commissiona la creazione del suo primo poster pubblicitario all’artista ceco Alphonse Mucha. Affisso dalle tipiche colonne Morris di Parigi fino alla vetta del Monte Bianco, il poster evoca sensazioni uniche. L'artista si affermerà in seguito come esponente di spicco dell’Art Nouveau.

Da allora, la profonda connessione tra Ruinart e il mondo dell'arte preserva la sua forza, mantenendo stretti legami con l’arte contemporanea. La Maison commissiona regolarmente ad artisti contemporanei opere per condividere la loro personale visione del patrimonio Ruinart.

CARTE BLANCHE

Profondamente convinta della capacità dell'arte di illuminare e connettere le persone, Ruinart offre “Carte Blanche” ai principali artisti contemporanei per rendere omaggio al patrimonio della Maison.  

Selezionati sulla base del loro impegno nei confronti della sostenibilità, gli artisti sono invitati a Reims per un viaggio immersivo alla scoperta dell’universo della Maison, dei suoi vigneti e delle sue Crayères. Tale viaggio consentirà loro, in un secondo momento, di condividere la propria visione delle attività realizzate nei vigneti e dell'assemblaggio delle cuvée. Le loro opere incarnano i valori della Maison Ruinart e contribuiscono a sensibilizzare sul delicato tema del cambiamento climatico.

Dal 2008, Ruinart ha avviato dodici progetti Carte Blanche. Nel 2021, l’artista David Shrigley, la cui linea artistica consiste nell’osservare la realtà con incomparabile ironia, offre la sua visione unica dell’antica Maison tramite una serie di 42 opere d’arte.

GIOVANI TALENTI RUINART

Ruinart si impegna a sostenere una generazione di giovani talenti emergenti. La Maison sta sviluppando programmi a livello locale a Parigi, Los Angeles, Kyoto e Mosca per offrire una piattaforma che dia visibilità all’espressione creativa.

Ruinart richiede inoltre a giovani fotografi di diverse nazionalità e con stili diversi di offrire una prospettiva originale e creativa sull’universo Ruinart.

Le opere così create dopo un tour nella regione della Champagne, sono poi condivise sui canali social della Maison.

RUINART STUDIO

Nel 2021, la Maison ha creato il programma Ruinart Studio, con l’obiettivo di commissionare a giovani artisti di talento creazioni connubio di utilità ed estetica, realizzate riutilizzando materiali di riciclo della produzione Ruinart.

Al confine tra arte e sostenibilità, le loro creazioni incarnano anche il rispetto dei valori di innovazione, originalità e intelligenza creativa tanto cari alla Maison Ruinart. Così, spingendosi oltre i confini del possibile, prendono vita nuovi usi e visioni tradotti poeticamente in opere d’arte. 

PRIX MAISON RUINART Premio Fotografia

Nel 2018, Ruinart istituisce il Prix Maison Ruinart con il sostegno della Fondazione Picto.

Ogni anno, il premio viene consegnato a un fotografo o una fotografa emergente le cui opere, realizzate durante una residency artistica a Reims, vengono poi esposte per la prima volta al pubblico al Paris Photo e, successivamente, presso le principali fiere d’arte.

Questo premio è parte del patrocinio sostenibile volto a individuare e aiutare localmente giovani talenti emergenti che condividono i valori Ruinart.

Nel 2021, il Prix Maison Ruinart è stato assegnato alla fotografa congolese Gosette Lubondon.

IL CONTO ALLA ROVESCIA I trecento anni della Maison

La Maison Ruinart festeggerà il suo 300° anniversario nel 2029 con un conto alla rovescia commemorativo fortemente incentrato sull’arte.

Fino al 2029, 10 opere d’arte saranno commissionate e installate nel cuore dello storico terroir della Maison, la regione della Champagne. Ciascuna di esse contribuirà a perpetuare la visione illuminata da sempre promossa da Ruinart e ad arricchire la sua tradizione simbolica nel segno di un dialogo tra arte, natura e tecnologia.

Quest’anno, gli ospiti della Maison Ruinart a Reims potranno immergersi nella performance “Movement” tramite l’app Aerocene, che celebra l’opera realizzata da Tomàs Saraceno. Attraverso il volo di una struttura fluttuante, l’artista illustra l’impatto del cambiamento climatico sulle viti.

FIERE D’ARTE

Ruinart è presente in oltre 30 fiere d’arte internazionali in Europa, Asia e Stati Uniti, tra cui le più prestigiose: Art Basel, Frieze, FIAC...

Eventi di tale calibro rappresentano l’eccellenza e la diversità delle diverse forme d’arte.

Ogni anno, la Maison espone le creazioni frutto della visione artistica dell’artista “Carte Blanche” dell’anno.